DECRETO-LEGGE 7 giugno 2017, n. 73. Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale.


Condividi su

Entra in vigore oggi il nuovo decreto legge sull'obbligo vaccinale: diventano 12 le vaccinazioni obbligatorie per i minori di età compresa tra zero e sedicenni anni, nei limiti e secondo le specifiche indicazioni contenute nel Calendario vaccinale nazionale relativo a ciascuna coorte di nascita.

In sintesi, oltre alle quattro vaccinazioni già obbligatorie (anti-tetano, anti-difterite, antipoliomielite, anti-epatite B):

  • per i nati dal 2001 al 2011 diventano obbligatorie anche l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’antipertosse e l’anti-Haemophilus influenzae tipo b;
  • per i nati dal 2011 al 2016 diventano obbligatorie anche l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’antipertosse, l’anti-Haemophilus influenzae tipo b e l’anti-meningococcica C;
  • per i nati dal 2017 diventano obbligatorie anche l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’antipertosse, l’anti-Haemophilus influenzae tipo b, l’anti-meningococcica C, l’anti-meningococcica B e l’anti-varicella.

Tra le novità introdotte il decreto prevede inoltre l'inasprimento delle sanzioni amministrative pecuniarie per gli inadempienti e Il certificato vaccinale come requisito d'accesso per i servizi educativi dell'infanzia e le scuole dell'infanzia ivi incluse quelle private e paritarie.

IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO