Nessun nesso causale tra vaccini e autismo: la Cassazione conferma il giudizio della Corte d’appello


Condividi su

Ancora una volta la Cassazione ha bocciato la richiesta di indennizzo per presunti danni da vaccinazioni avanzata dai genitori di un bambino affetto da autismo; questi avevano infatti avanzato la richiesta sostenendo che i disturbi del figlio fossero stati causati dai vaccini somministrati al bambino durante il primo anno di vita.

La Cassazione ha sostanzialmente confermato quanto in precedenza stabilito dalla Corte d’appello, ribadendo che, sulla base di criteri di “ragionevole probabilità scientifica”, la vaccinazione non può essere identificata come una concausa della sindrome autistica del minore.

Scarica la sentenza n. 29583 depositata l’11 dicembre 2017