Vaccino anti-polio


Condividi su

Il vaccino anti-polio è un vaccino inattivato (ottenuto cioè con virus uccisi) che si somministra per via intramuscolare. Può essere somministrato insieme ad altre vaccinazioni. Nel bambino il ciclo primario si effettua di solito con il vaccino cosiddetto esavalente (perché contiene 6 vaccini: Difterite-Tetano- Pertosse,Polio, Hib e Epatite B).

Quando vaccinare

Bambini

L'attuale calendario vaccinale prevede quattro dosi con il seguente schema:

  • la prima dose al 3° mese di vita;
  • la seconda dose al 5° mese di vita;
  • la terza dose all'11° mese di vita;
  • la quarta dose a 5-6 anni di età.

È molto probabile, per mantenere nel tempo adeguati livelli di protezione, sia necessaria una quinta dose durante l’adolescenza.

La maggior parte dei soggetti oltre i 18 anni non necessita della vaccinazione antipolio in quanto vaccinati da bambini. Tuttavia alcuni adulti possono essere a maggior rischio per la malattia perché:

  • viaggiano in aree del mondo dove la polio è comune
  • per motivi professionali (laboratoristi, personale sanitario) possono venire in contatto con il virus della polio

In questi casi:

  • se il soggetto non è mai stato vaccinato sono raccomandate 2 dosi (a distanza di 4–8 settimane), seguite da una terza dose dopo 6–12 mesi.
  • se ha fatto 1 o 2 dosi di vaccino antipolio in passato deve ricevere le rimanenti 1 o 2 dosi, senza tener alcun conto dell’intervallo di tempo dall’ultima dose
  • se ha fatto 3 o più dosi in passato deve ricevere una ulteriore dose di richiamo

Chi non deve essere vaccinato

  • Un bambino con allergia grave nei confronti di qualunque componente del vaccino, compresi gli antibiotici neomicina, streptomicina e polimixina B;
  • Un bambino che ha avuto una reazione allergica grave ad una dose precedente di vaccino antipolio.

Quando rimandare la vaccinazione

I bambini con malattie lievi (raffreddore) possono in genere essere vaccinati con sicurezza. Se invece hanno malattie moderate o gravi (compreso vomito e diarrea importanti) è opportuno attendere la guarigione prima di effettuare la vaccinazione.

I rischi della vaccinazione

Un vaccino, come qualunque altro farmaco, può essere causa di problemi seri, come una grave reazione allergica. Tuttavia il rischio che il vaccino antipolio causi problemi gravi è estremamente piccolo. La maggior parte dei bambini vaccinati non presenta alcun tipo di problema. Dopo una dose di vaccino si può manifestare dolore e arrossamento nel punto di iniezione.

Informazioni sulla malattiaPoliomielite