Focolaio di morbillo a Disneyland, in California

Nove i casi confermati, tre i sospetti.

Al culmine dei festeggiamenti pre-natalizi, il parco divertimenti Disneyland, in California ha ricevuto la visita di un ospite indesiderato: il virus del morbillo.

Ron Chapman, direttore del Dipartimento di Sanità pubblica della California, conferma la notizia attraverso un comunicato ufficiale il 7 gennaio scorso. Dieci casi di morbillo in California (7 confermati e 3 sospetti) e 2 confermati nello Utah. I malati hanno qualcosa in comune: hanno visitato Disneyland, o il vicino Disney California Adventure Park, tra il 15 e il 20 Dicembre 2014. Le autorità sanitarie hanno avviato un’indagine sanitaria sui contatti per limitare la diffusione del virus.

I casi confermati in California hanno un’età tra gli 8 mesi e i 21 anni. Su sette, in sei non erano vaccinati; due perché troppo giovani.

Il morbillo era stato eliminato negli Stati Uniti nel 2000. Tuttavia, la malattia è tornata, complici i viaggiatori provenienti da aree endemiche ed epidemiche come Europa, Pakistan, Vietnam e Filippine. I casi di contagio più frequentemente si verificano presso attrazioni internazionali per i turisti, come i parchi divertimento.

Per evitare la diffusione del virus, la vaccinazione riveste un’importanza cruciale.

PA/AF