Ministero della Salute. Ultimi aggiornamenti sull'epidemia di febbre gialla in Brasile

Il Ministero della Salute ha recentemente diffuso un comunicato in cui vengono riportati gli aggiornamenti sull’epidemia di febbre gialla che è iniziata nella stagione 2016-2017. Da luglio 2018 a marzo 2019 sono stati segnalati in Brasile in totale 75 casi umani confermati, inclusi 17 decessi. Le due precedenti ondate di trasmissione (2016- 2017 e 2017-2018), avevano portato a 2154 casi umani di cui 262 decessi con casi segnalati fra i viaggiatori.

In linea con le indicazioni OMS, il Brasile da Aprile 2017 ha avviato una campagna di vaccinazione di massa contro la febbre gialla, estendendo il numero di aree in cui la vaccinazione è raccomandata dai 3.526 municipi nel 2010 ai 4.469 nel 2018.

Durante la campagna sono stati vaccinati ulteriori 13,3 milioni di persone a São Paulo, 6,5 milioni a Rio de Janeiro e 1,85 milioni a Bahia. Questo ha portato ad una copertura vaccinale del 53,6%, 55,6%, e 55,0% rispettivamente e in tutti i 77 municipi con maggior rischio di febbre gialla.

La distribuzione geografica dei casi umani e delle epizoozie (epidemie in altre specie animali) dell’attuale e dei due precedenti cicli stagionali suggerisce che il virus si stia spostando verso sud, ponendo ad ulteriore rischio gli stati di Paraná, Rio Grande do Sul, e Santa Catarina. Inoltre queste aree hanno ecosistemi favorevoli per la trasmissione della febbre gialla e confinano con altri paesi quali Argentina, Paraguay e Uruguay.

L’OMS raccomanda agli Stati Membri con aree a rischio per febbre gialla di continuare gli sforzi per immunizzare le popolazioni a rischio e a prendere le misure necessarie per informare i viaggiatori internazionali e vaccinarli prima della partenza verso aree in cui è raccomandata la vaccinazione contro la febbre gialla.

L’OMS raccomanda la vaccinazione a tutti i viaggiatori internazionali di età superiore a 9 mesi che si rechino in Brasile. La febbre gialla può facilmente essere prevenuta con la vaccinazione che deve essere somministrata almeno 10 giorni prima della partenza. Un’’unica dose di vaccino contro la febbre gialla è sufficiente a conferire una protezione che perdura per tutta la vita.