Ministero della Salute: isolato poliovirus selvaggio di tipo 1 in Iran

Il virus è stato individuato esclusivamente in un campione ambientale, e sinora non è stato identificato nessun caso associato di paralisi.

Il 9 maggio la Rete Globale dei Laboratori sulla Polio (GPLN) ha notificato all’OMS l’individuazione di poliovirus selvaggio di tipo 1 (WPV1) in un campione di acque reflue ambientale prelevato il 20 aprile 2019 nel distretto di Konarak, provincia Sistan-Baluchistan, Repubblica Islamica dell’Iran.

La provincia affetta confina sia con il Pakistan sia con parte della regione meridionale dell’Afghanistan. Il sequenziamento genetico ha confermato che il virus isolato è correlato più strettamente al WPV1 che sta attualmente circolando nella regione Karachi (provincia Sindh) in Pakistan.

L’OMS ha valutato che il rischio di diffusione internazionale di WPV-1 dalla Repubblica Islamica dell’Iran è basso. La valutazione del rischio suggerisce che questo evento abbia limitate implicazioni di sanità pubblica per i livelli molto elevati di copertura vaccinale (3 dosi di vaccino orale contro la polio) in Iran, stimati al 99%, e l’accurata sorveglianza della malattia.

L’OMS raccomanda che tutti i viaggiatori prima di recarsi in aree affette da polio dovrebbero essere completamente vaccinati contro la polio. I residenti (e i visitatori per oltre 4 settimane) da aree infette dovrebbero ricevere un’ulteriore dose di OPV o di vaccino inattivato contro la polio (IPV) entro 4 settimane -12 mesi dal viaggio.